menu Numero Verde GOGO Rent
Numero Verde GOGO Rent
 

News

Kadjar, l'evoluzione del Suv griffato Renault: nuovo look, molti più contenuti

Condividi su:

Quasi mezzo milione di Renault Kadjar vendute nel mondo. Un successo commerciale intenso, in appena tre anni di commercializzazione. Ma per preservare tale ascesa era doveroso un restyling. Nulla che stravolgesse il concetto espresso da Kadjar. Così, al di là del discorso puramente stilistico, è la meccanica la vera chiave di volta del rinnovato Suv d’Oltralpe. Efficienza al primo posto, ma soprattutto tutti i requisiti necessari per rispondere alla normativa Euro 6d-Temp. Il fronte benzina e diesel è doppiamente sostenuto dalla presenza di tecnologie come la sovralimentazione e il filtro antiparticolato. La denominazione delle unità a benzina si conferma TCe, mentre quelle a gasolio stanno sotto il cappello Blue dCi. Il primo gruppo di propulsori in realtà è rappresentato da un solo motore, disponibile però in due diverse varianti di potenza: il nuovo 1.3 TCe sviluppa infatti 140 e 160 cavalli. Diverso il discorso per le motorizzazioni diesel, essendo due le cubature disponibili: il 1.5 Blue dCi da 115 cavalli e il 1.7 Blue dCi da 150.

Quest’ultima unità arriverà sul mercato in un secondo momento. Si tratta altresì dell’unica versione che sarà a listino con le quattro ruote motrici, oltre che con le due. Perché tutto il resto della gamma propulsori è a disposizione del pubblico con la sola trazione anteriore. Per le quali è pero possibile optare per l’Extended Grip. Un sistema che regola l’Esp in modo particolare a seconda della modalità di guida impostata e del terreno che si sta affrontando.

Tutte le motorizzazioni sono equipaggiate con un cambio manuale a sei rapporti. Ma è previsto pure il cambio automatico doppia frizione EDC. L’unica unità che non lo prevede è il 1.7 Blue dCi. E sebbene la meccanica sia la principale protagonista di questa evoluzione, il cambiamento stilistico c’è e si vede. Un cambiamento che parte come di consueto dai gruppi ottici, fedeli alla tecnologia a Led, firmando il frontale secondo gli standard del più recente family feeling della Losanga.

Una tecnica di cui sono dotati anche gli indicatori. Discorso analogo per i fendinebbia, ma solo se si tratta dell’allestimento Sport Edition2. Ossia la variante più ricca della gamma Kadjar, che apre i battenti dalla versione Life, per passare poi a Sport Edition, per chiudere appunto con Sport Edition2.I Led sono comunque una costante, essendo presenti pure nella sezione posteriore dell’auto. Infatti, “adepti” di tale tecnologia, sono pure gli indicatori di direzione posteriori, proprio come le luci di retromarcia e i retronebbia, ora integrati nel paraurti.

Le dinamiche relativamente allo stile degli esterni, si chiudono alla voce calandra: si è fatta più grande, ma soprattutto cromata. Il passo avanti si rileva anche a bordo, dove il sistema d’infotainment R-Link 2 si palesa sotto nuove spoglie. Si tratta di un display Full touch (con diagonale da 7 pollici) a tecnologia capacitiva, che offre più luminosità e maggiore sensibilità rispetto al passato.

Su strada Kadjar si mostra una valida passista, facile e intuitiva sin dai primi chilometri. Lo sterzo leggero e l’assetto decisamente morbido la rendono una vettura adatta ai lunghi viaggi. Il ventaglio di prezzi è compreso tra i 21.350 euro della TCe da 140 cavalli in allestimento Life e i 30.550 della TCe da 160 cavalli con cambio EDC in versione Sport Edition2.